ST: La sorpresa!

Ormai tutti dormono della grossa e una luna piena veglia sulla valle di Cazzimbocchio. Nel tetto di paglia della baracca i raggi lunari filtrano fino ad illuminare le stanze. Inaspettatamente qualcosa esce dalle assi del pavimento, e si innalza fino al soffitto come se cercasse di prendere aria, il tutto sulla base della “Danza della fata dei confetti” di Tchaikovskj.(https://www.youtube.com/watch?v=w_J4CJ504LQ)

La mattina dopo Marco, in dormiveglia. avvinghiato ad Alberto pensa alla sua Anna Chiara:
Piccola ti amo! No, non ti incazzare, te lo faccio il cd di Marco Masini… Dammi un bacio, tanto non sto fumando più!
Svegliatosi e accortosi della gaffe commessa Marco attacca Alberto:
Ma…ma non sei Anna Chiara! Brutto cane di merda, che ci fai nel mio letto? Ma sei proprio un ricchione!
Alberto: – Marco  vaffangulo! Che cazzo vuoi? Sei tu che stai nel mio letto, vattene e lasciami dormire!
M.: – Avrei dovuto capirlo dal sudore dei piedi puzzolenti che non eri la mia “Piccola”…
Improvvisamente il cellulare di Marco inizia a squillare, il logo “Anna Chiara” sul display del 3330 si illumina, e parte la suoneria impostata da Spaik per gli sms, “Non sono un cachiello” dei Capriccio Boys:
– A che ora mi vieni a prendere, eh? Visto che fa caldo vieni con la Vespa!
M.: – Vincè! Hai visto? Per colpa tua sono nei cazzi! Dovevo andare a prendere Anna Chiara con la Vespa e ora mi tocca prendere la macchina! Sei uno…
Il quasi ammogliato si interrompe e rimane sorpreso vedendo al centro della stanza un tronco di spropositate dimensioni.
Anche Vincenzo si sveglia ed esclama a bocca aperta:
Non potete immaginare cosa ho sognato stanotte!
Vincenzo vede Marco sbigottito e gira anche lui lo sguardo verso il centro della stanza:
Oddio no! E’ proprio quello che ho sognato! Una mega pianta di “cannabis sativa” pura… Ed è pure femmina per giunta…
Vincenzo tenta di incularsi la pianta ed inizia a danzare intorno ad essa come un pellerossa attorno al totem del villaggio:
Gira e sfera, sfera e gira, quel che vuoi si avvererà! Magie, magie, magie del Pario… Magie del Pario!

Nei padiglioni auricolari di Roberto riecheggiano le parole cristalline pronunciate dal Pario; reazione immediata del Ciacco che si sveglia tutto incacchiato e si dirige verso Vincenzo con una pantofola in mano per picchiarlo.
Vincenzo con un gesto istintivo chiede l’aiuto della signora Caterina, mamma di Roberto:
Signora, signora! Roberto mi sta picchiando! AHIA, AHIA!!!
R.: – Ciè non ti ho ancora toccato, e poi lo sai benissimo che mia madre non c’è!
Piano B di Vincenzo: correre verso Roberto ed abbracciarlo in segno di pace:
Grazie Robbè per aver gettato quei semi…
Roberto, che dell’elefante ha solo la mole e non la memoria, si è già dimenticato il motivo della sua arrabbiatura:
Di niente! Ti ho solo salvato la vita! Anch’io ti voglio bene. Dammi un bacio, dammi un bacio!
Il Ciacco mena una sòla in canna a Vincenzo che ribatte:
No, che schifo! ‘Ste cose le puoi fare solo con Marco, anche se ora c’è Anna Chiara, scommetto che ricorda ancora con piacere quei momenti…
M.: – Ma che cosa? Io quella sera ero ubriaco di birra, e non me ne ero reso conto…
R.: – …e poi diciamocela tutta: quella donna in realtà sono io! (N.d.A.: già da tempo si sospetta che Anna Chiara e Roberto siano la stessa persona. In più di un’occasione quando Marco era con la ragazza, Roberto non c’era, e viceversa. In quelle rare volte che Anna Chiara e il Ciacco sono “apparsi” insieme, pare si sia trattato di illusioni collettive dovute a fenomeni di specchi riflessi e/o ologrammi).

FINE TERZA PARTE

4 thoughts on “ST: La sorpresa!

  1. beh!come al solito sono sempre messa in mezzo!!!!

    Ma tra me e il ciacco ci passa il sielo e la terra…non mischiamo la lana con la seta adesso!!!Ac

  2. bella storia,ho un suggerimento x kame, una locanda, un cicchettaio magico e due locandiere carine e un mucchio di ciuccigni che bevono e che si vattono tra loro e loro x stupidagini. Ti ricoda qualcosa o qualcuno x chiarimenti: [email protected] By il Fausto3d

  3. X AC: non volevo dire che tu e il ciacco vi assomigliate, bensì che per fortuite coincidenze, in qiel periodo non vi vedevamo mai assieme in presenza di spaik, o l’una o l’altro.

    X Faustino: ti ho risposto sulla mail.

    X Tony: il prossimo post è dedicato a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.