Psyco 2009, l’Oscar e Papi Silvio.

Ritorno a scrivere dopo due settimane, per riportare un paio di fatti di cronaca particolarmente rilevanti per la nostra tag perverso-malato della settimana.

Innanzitutto, ecco il novello Norman Bates:
New York, si traveste da madre morta per intascare la pensione
Tra l’altro, oltre che essere perverso/malato, vedendo la foto, mi risulta anche alquanto comico…
New Norman Bates
Si passa poi ad una notizia quasi shock, ovvero
Choccante Freeman. Sesso con la nipote?<

br />
In questo caso, mi spiacerebbe se queste che al momento sono solo illazioni, si rivelassero veritiere.
Morgan Freeman è uno tra i più grandi attori di Hollywood ed è benvoluto da molti cinefili come me. Mah! Sta di fatto che per ora entra anche lui in questa categoria.
Morgan Freeman
Categoria di cui non può non far parte colui che negli ultimi mesi, è sulla bocca di tutti, per qualunque cosa egli faccia, ovvero il Silvio nazionale, oramai per tutti conosciuto semplicemente come Papi Silvio.
Papi Silvio Berlusconi
Dagli inizi con la Carfagna, per poi passare al "Vaso di Pandora" Noemi, siamo passati al resto delle veline, e delle escort invitate nei suoi innumerevoli "paradisi terrestri" tra antipasti di pezzi di pizza e champagne, balli e canti con il fidato Apicella, incontri in lettoni, e voli nazionali per tutte quelle facenti parte del suo harem.
Emblematico l’intervento di J.Ax ex Articolo 31. Alla domanda:
A proposito di (troppo) giovani: che pensi dell’ultima campagna elettorale?
Risponde così:
Penso che Berlusconi dovrebbe smetterla di andare in giro con Apicella e chiamare i Club Dogo! Scherzi a parte, mi ha stupito sentirmi moralista: io a certe cose non ci penserei a 36 anni, figurarsi avendone il doppio ed essendo nel suo ruolo. Diventerei paranoico ad avere intorno 30 veline nude. A me piace fare le grigliate con gli amici. Ma se poi salta fuori un capo di Stato con l’hot dog, ti passa pure la fame…

Caro presidente, la palma di questa settimana se la becca proprio lei!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

*