Maggio-Fest

Cavolo! Non mi smentisco mai! Avrei dovuto scrivere ieri tutto quello che sto per scrivere adesso, e invece…

Ma lasciamo stare gli auto-rimproveri, e torniamo al succo del discorso.
L'8 maggio fu il compleanno dell'amico Zio Silvio, ma per vari motivi, decise di festeggiare con noi amici, una settimana dopo, in quella che è la sua magione a Chianche.

Una serata tranquilla, poche persone ma ottima compagnia, e con un altrettanto ottimo divertimento quale è stato il tavolo da ping pong, teatro di diverse "battaglie" a colpi di racchetta, tra noi amici.
Mattatrice della serata, un'atletica Simona, che ha sfidato quasi tutti, risultando il più delle volte vincitrice, con la sola macchia della sconfitta con il festeggiato, che con uno stile personale riduceva al minimo i movimenti arrivando al massimo risultato.

Infine, chiudo il ricordo di questa festa con lo splendido collage di foto montate a video, fatto da Martina su youtube.
 


Finito il ricordo della ZioSilvioFest, passo altrettanto brevemente (perché credo di esserlo stato finora…) alla festa di laurea della piccola Simo.
Organizzata due giorni dopo la sua proclamazione a bi-dottoressa al Casale dell'Alloro, dalle parti di Torrecuso, anche questa festa è stata abbastanza soddisfacente, e diversi ricordi di essa fioccano ancora nella mia mente, e credo anche in quella di quelli che non erano troppo ubriachi per dimenticarsene…
Stesso la festeggiata, ci ha dato dentro con l'alcol, anche se come piccola giustificazione c'è quella di non aver mangiato abbastanza, quindi che dite, gliela facciamo passare?

Sì dai, anche perché è stato divertente vederla destreggiarsi a fare "public relations" tra noi invitati, e ogni tanto fare annunci al microfono.
Parlando di microfoni, molto apprezzata è stata la performance musicale di Gianluca, MirkoTrump (e un altro ragazzo di cui ora non mi sovviene il nome, sorry) che hanno improvvisato anche delle splendide versioni di "Isn't she lovely" di Stevie Wonder, e "Love Foolosophy" di Jamiroquai con l'apporto del beatbox di DJ Masso.

A dare un ulteriore senso alla serata, è stata la ricerca di due banconote di 50 €, perse da un altro invitato, per poi scoprire, il giorno dopo, che erano nel parcheggio del locale, e non dove si era svolta la festa, càpita anche questo…

Indimenticabile però è stato sia il viaggio di andata che quello di ritorno con la Schweinsteiger-mobile, con un incontenibile Makkione protagonista in entrambe le occasioni.
Arrivare al locale e tornare a BN da lì è stata un'impresa, quindi un plauso al comandante Reno; soprattutto dopo i continui deliri sessual-onirici di cui si sono resi protagonisti un po' tutti nel viaggio di ritorno (stendo un velo pietoso per la censura, era l'alcol a parlare per loro, io oramai sono diventato astemio…).
 

(I componenti del viaggio di ritorno…)


Appena mi saranno state recapitate anche altre foto della serata, provvederò a pubblicarle quanto prima (EDIT: Fatto!).
 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.