W l’obiettività, w la sportività!

In passato ho cercato spesso di evitare di parlare di sport e più in particolare di calcio, ma a volte non posso proprio esimermi dal farlo.
Nella giornata di oggi la Juventus ha battuto in casa il Cesena 2-0, una partita stradominata da quanto si può evincere dalle statistiche a fine partita; ma voglio aggiungere una cosa che nelle statistiche non è riportata: il Cesena ha “giocato” costantemente con almeno nove undicesimi dietro la linea della palla, e non ha mai provato a fare qualcosa per vincere la partita. Un atteggiamento catenacciaro e rinunciatario insomma. Chi ha il coraggio di negare questo allora, o è un bugiardo o parla senza aver visto la partita (cosa molto più probabile). Nel secondo caso questa categoria di persone, si attaccano ad un singolo episodio della partita, per delegittimare la vittoria  più che meritata della Juventus: il rigore dato all’82’ con conseguente espulsione del portiere Antonioli. Il Cesena si è ritrovato quindi in 10 uomini e aveva già esaurito tutte le sostituzioni; in porta è andato il difensore centrale Rodriguez, e Vidal rigorista del momento ha avuto gioco facile nel mettere in rete il pallone del 2-0. APRITI CIELO!

Un classico antijuventino che rosica

I tifosi delle altre squadre (ma più che tifosi li definirei antijuventini in generale) si sono scatenati: “La Juve è tornata a rubare”, “Rigore scandaloso”, “Vergognatevi”, “Calciopoli 2” e altre amenità simili.

Obiettivamente, da sportivo quale sono, il rigore è esagerato, poteva essere non dato, ma io sono comunque per il ristabilire l’usanza ormai desueta di assegnare la punizione a due in area in questi casi intermedi. Tornando al fatto, rigore ingiusto e idem l’espulsione ma c’è un ma: i cesenati hanno picchiato tutta la partita.
Rossi, già ammonito, ha distribuito falli da dietro a destra e a manca e ha anche tirato un calcio in testa a Del Piero che, entrato da poco è dovuto subito riuscire. 8 punti di sutura e nottata d’accertamento in ospedale.
Mutu che entra con piede a martello in netto ritardo su Chiellini, neanche ammonito. E questi due sono solo i casi più eclatanti, perché Rossi ne ha fatti molti altri, e come lui anche altri suoi compagni, nessuno di questi mai sanzionato con cartellini. Ma basta leggere le statistiche finali.

Ma no, i tifosi delle altre squadre (ovvero gli antijuventini) non hanno visto la partita, odiano la Juve, invidiano il buon momento che sta passando la squadra e preferiscono aizzare gli animi con chiacchiere da bar di infimo livello, le stesse che affossarono la Juventus 5 anni fa.

Ah, dimenticavo: questo è il primo rigore decretato a favore della Juventus in questo campionato, il primo dopo 13 giornate, dopo che uno ben più netto di Castellazzi su Marchisio, in Inter – Juventus (finita poi 2-1 per la Juve) era stato assurdamente non fischiato. Che vogliamo dire?
Personalmente mando a quel paese tutte queste persone fortemente prevenute nei confronti della Juventus. Pensate alle vostre squadre piuttosto, invece di venire sempre a rompere i coglioni a noi juventini.

One thought on “W l’obiettività, w la sportività!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*