The last three days

Prendendo spunto dal titolo dell'ultimo film di Russell Crowe, ecco il titolo di quest'oggi.

Lunedì 25 aprile
Pasquetta a Pontelandolfo ed eravamo esattamente in 25.
Come volevasi dimostrare, la spesa comune fatta ci ha portato in dote diverse cibarie in esubero, nonostante le paure del padrone di casa DJ Masso.
Un po' ha piovuto come da previsioni meteo, però non ci ha minimamente toccato. Si è mangiato e si è bevuto, e si è anche giocato (palla, carte, barzellette ecc.) come si suole fare in questo determinato giorno di festa, segnato tra l'altro dall'etichetta di "persona carismatica" data da Giusy Key a destra e a manca, tranne alcune eccezioni mirate (povero LeoTrueLiar)…
Da segnalare anche l'ufficializzazione (davanti ai nostri occhi), della scomparsa del Pario in quanto persona single.<

br />
Anni fa avremmo detto "Ammu pers"  (TRAD.: l'abbiamo perso), e anche questa volta lo diciamo, rispolverando la cosa, ma sempre simpaticamente, sia chiaro eh!

Personalmente mi son riempito come un uovo, e alle 20e30 ho alzato bandiera bianca, chiedendo il trasporto d'urgenza a casa.
Niente di problematico, ma mi son trasformato in un tacchino nel giorno del Ringraziamento americano.
Dunque nella mia veste di pennuto goglottante, tornato a casa mi sono letteralmente "annidato" sul tappeto in soggiorno e per qualche ora mi son goduto alcuni film della programmazione televisiva, principalmente grazie a SKY: Toy Story 3 e Prince of Persia, visti entrambi per intero, e a spezzoni Jurassic Park, Men in Black, Slevin, e Kill Bill Volume 1.

Martedì 26 aprile
Si ritorna quindi alla consuetudine, e visto che ieri era festa, è ripreso questo martedì, il corso FIGC per dirigenti sportivi che sto seguendo da diverse settimane a questa parte.
In serata ho rimpinguato le mie visioni filmiche con Limitless, ma questa volta al cinema. Non aggiungo nient'altro se non l'avete ancora visto, ma è stato un altro filmone sapientemente scelto.

Mercoledì 27 aprile
In serata sono stato precettato per una partita a calcetto nella quale ho poi quasi giocato sempre in avanti, e non ho dato il mio meglio. Purtroppo ho ricevuto anche una pallonata sul pollice destro, a pochissima distanza per proteggere i gioielli di famiglia. Il dolore al cosiddetto cavallo dei pantaloni è passato quasi subito, ma quello al dito opponibile purtroppo no. 
Al più presto inizierò le cure per riprendermi; provo troppo dolore anche nel solo impugnare una penna o una posata per mangiare.
Comunque, nonostante l'infortunio, ho giocato anche un'altra partita subito dopo, sullo stesso campo, visto che le squadre che stavano entrando, erano mancanti di un giocatore. Ho giocato quindi dietro, nella mia posizione ideale, tenendo fede a quella che è la mia cifra tecnica, e ricevendo anche i complimenti degli a me sconosciuti compagni di gioco.
L'avevo detto che in questo mese voglio muovermi il più possibile, e voglio mantenere l'impegno.
Beh, domani è il mio compleanno, che altro dire? Buon non compleanno a voi tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.