Sono triste!

…Dev’essere perchè ultimamente ho visto un pò troppi film generazionali (tipo "L’Appartamento Spagnolo"), sarà perchè sono agli sgoccioli con gli studi o forse perchè da un mesetto a questa parte ho fatto un pò di esperienze nuove, che mi hanno tanto arricchito quanto impelagato in circostanze ambigue per me incomprensibili, ma una cosa è certa: stamattina recandomi di buon ora a fare il colloquio per il servizio civile (terminato con il solito "…le faremo sapere…") mi ha assalito il trip del giovane adulto che si affaccia alla vita e… non è stato un granchè entusiasmante come qualcuno immagina! Lungi da me l’idea di essere riuscito ad entrare nell’ottica di soggetto attivo socialmente integrato… Tutto quello che sò è che sono alcune settimane che stò in paranoia galoppante ma come al solito evito di darlo a vedere! Tanto per concludere con la sagra della banalità: il futuro mi è oscuro! …E non tende nemmeno al roseo quando chiudo gli occhi di fronte ad una fonte diretta di luce! Le lacrime latitano…

8 Risposte a “Sono triste!”

  1. questa linea di confine l’ho passata qualche tempo addietro per circostanze che non avrei mai pensato potessero non coincidere con la fine degli studi.prima o poi invecchiamo…manca poco per certi traguardi o..certe partenze.finite le illusioni,un altro passo verso la precarietà o…precariato!(e penso non ci potesse essere battuta più azzeccata!).siamo in molti a navigare nello steso mare,consolati…

    me-grace

  2. …Love’ll have you nervous, doing stupid shit on purpose

    brain out of service, words slurred when you blurt shit

    studderin’, utterin’ non-sensical shit in your verses

    feeling like a shirtless, 4-breasted woman in a circus

    furthurly trying to gap an unfillable void

    because of parents never transfering that unbillical joy

    so girls create a false world of filling on boys

    exploited, guys playing with her heart like her feelings are toys

    but when you have it.. there’s nothing like it, you get excited

    seeking those who provide it, on phones talking to psychics

    some fear it… spend their entire lives trying to fight it

    living in a confusing Hayes, like they’re grooving to Isaac

    it ain’t the end of the rainbow with a treasure chest and a map

    it ain’t easily learnable with definitions in tact

    it can ride your train of though and demolitions your tracks

    hittin’ and bullwhippin you, leavin’ them slits in your back

    but i’ve been a lucky one.. loving parents, loving friends

    but I still spend alot of my life loving sin

    but I ain’t a genious on it, I can only pretend

    cause over all it’s an emotion I can not comprehend.. it’s love…

    -Deacon the Villian- (Cunninlynguists)

    da “Love Ain’t” featuring Tonedeff (Southernunderground, 2003)

    ‘Sto verso è stupendo!

  3. Allora caro Pario permettimi di dire che hai sbagliato tutto dici che “sono alcune settimane che stò in paranoia galoppante ma come al solito evito di darlo a vedere”, e sei un cazzone! Perchè reprimere le proprie emozioni dietro una maschera? Per mero orgoglio? Per apparenza? Ne parlammo già in passato di questa parte che reciti nella vita. Vivi le tue emozioni!

  4. P.S.

    …Tell it to hell is it

    I feel my brain swell like meningitis

    With the slightest mind motion

    Givin me the notion

    That I got it bad

    I think I got a brain tumor

    Brain rumor

    Such a pain to analyze the strain and then understand it

    The seed was planted

    That shit is ill but still

    The thought I’m lovin got the dome growin

    With the biscuit in the oven

    Shovin nothin but the nutrients

    My diet to support me

    A whiff of the spliff

    A guzzle of the forty to inspire fire thought

    To the mic there was marriage

    Causin competition

    Verbal miscarriage of the mental fetus

    Greet us with the rugged rhythm then I’m showin

    I think I feel my water breakin thus I’m flowin

    Timin my contractions

    Concentratin on my breathin

    Heavin curses at the father he has the funk

    Cuz if I flunk my shit ain’t livin

    Pushin givin every bit of what I’m worth

    And as the Brewin drops the lyrical

    The miracle of birth…

    -Breezly Brewin- (Juggaknots)

    da “Trouble Man” (Clear Blue Skies Re:Release, 2003)

    E questo è anche migliore!… Meno male che c’è la musica!

  5. Caro Pario,

    ti comprendo benissimo perchè è la sensazione che ho provato dopo la laurea ed è più forte ora,che mi aspetta una decisione importante.Tu sei un uomo saggio,l’ho sempre pensato, quindi capirai come tutti che a un certo punto della vita bisogna ahimè prendere decisioni fondamentali e questa cosa fa sentire un pò adulti, un po’ standard, un po’ istituzionalizzati. Purtroppo non possiammo più dipendere dalle emozioni, saremmo ancora degli adolescenti, ma ti dirò….Se hai dei buoni amici (v. Dj Masso,Zio Silvio,la Pas e tanti altri….)credo che potremo pariare anche a 40 anni, magari col fegato un po’ malandato…

    Una abbraccio a tutti.

    Schweinsteiger, der Beste!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *