S per Settembre – S come Sagre*

*Giocando sull'assonanza col mitico "V per Vendetta".

Come si evince dal titolo, ne approfitto per parlare delle sagre a cui ho partecipato nel mese appena passato di settembre. A dir la verità la prima, la Sagra del cicatiello a Paupisi (BN), è avvenuta sabato 28 agosto, ma non mi voglio formalizzare troppo; la seconda invece, che è VinEstate 2010 a Torrecuso (BN) il 4 settembre.

La sera passata a Paupisi la ricorderò soprattutto per le interminabili file fatte: prima alla cassa per pagare, e poi alle cucine per prendere cibo e bibite; l'appropriarsi astutamente di buoni per patatine fritte lasciati incautamente incustoditi lì sul bancone (bella a Zio Silvio e VGFuture); l'indovinare la distanza tra un prosciutto appeso e un cubo di legno posto sotto di esso; il venire attirati da musica dance anni '90-2000, messa da un dj che definire tale sarebbe un'offesa per tutti quelli che praticano decentemente l'arte del djing, e nonostante tutto divertirsi lo stesso come non mai.
Tutto questo finora detto naturalmente non è niente di così eclatante da essere ricordato come tale, e sarà stata certamente la compagnia avuta che ha reso tutto così degno di essere vissuto, sta di fatto che ne conserverò comunque un bel ricordo.

sagra del cicatiello 2

Una settimana dopo abbiamo bissato con VinEstate 2010, ma la sera prima, venerdì 3 settembre, al Goodfellows dopo una combattuta gara al Dr Why, abbiamo vinto un barilotto di birra di 5 litri (purtroppo solo Heineken…) opportunatamente portato con noi a Torrecuso.

La compagnia rispetto a 7 giorni prima ha mantenuto solo tre elementi (io, Simo, e VGFuture), ma il resto della combriccola non è stata da meno.  
Quest'anno a Vinestate rispetto agli anni passati, c'è stata la novità della "carta assaggi", versione standard e versione premium, per vini più pregiati. Quindi bisognava pagare non solo per il bicchiere da assaggio con relativa borsetta da appendere al collo, ma anche per gli assaggi stessi.
Bei tempi quelli in cui con solo il bicchiere ti giravi stand dopo stand ad assaggiare quasi ogni tipo di vino…

S per Settembre - S come Sagre* (e non solo...)

(scattata da Simo, fuori campo)

Consapevole di ciò, ho rispolverato il mio bicchiere preso l'anno scorso (anche lavato ben bene, eh!) e insieme al gruppetto di amici, mi sono mosso alla volta di Torrecuso, per poi scoprire che non sono stato l'unico a pensarla così, visto che anche la piccola Simo aveva fatto lo stesso.
Tra assaggi gratis, birra premio, vino a iosa, panini con la salsiccia alla brace e giri per il paesello, c'è stata anche la mia vana ricerca di un locale che faceva arrosticini abruzzesi, ricerca che mi ha fatto uscire persino dal percorso della festa per poi trovarmi davanti al locale stesso strapieno di gente e con camerieri che tra fuori e dentro il locale erano oberati dagli ordini.
Dinanzi alla possibile perdita di tempo immane, ho desistito dai miei propositi ripiegando sul modesto ma pur buono panino con la salsiccia.

In conclusione bella serata anche questa, ulteriormente bissata la sera successiva con un ben più sparuto manipolo di "eroi" (il sopravvissuto Last Il Pario e DJ Masso + Ziggie) con cui ho vissuto altri bei momenti di amicizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

*