Ridiculous

Si parla di ridicoli, di ridicolaggini.
Inizio col parlare di un sogno/pensiero che ho avuto quasi una settimana fa: il matrimonio di Lei col battilocchio.

Ridiculous (anche se in Harry Potter l’incantesimo si chiama riddikulus fatemela passare), e appunto per questo ne parlo, si sa, se si rendono noti certi sogni, difficilmente si avvereranno (almeno nel breve periodo).

De Sanctis che dopo sole 6 presenze e 6 gol subiti in nazionale, decide di ritirarsi?
Fantastici alcuni dei commenti sotto all’articolo, commenti che rispecchiano a pieno il mio pensiero.
Capisco un giocatore che prende una decisione simile dopo anni di nazionale, dopo 100 presenze, 50 presenze, va, pure 30! Ma dopo sole 6 presenze, risulta un (bel) po’ ridicolo…

Qualche mio compagno di tifo direbbe: “Son napoletani…”

Ridiculous…

In redazione:
– “Ma come mai non sono state più stampate le copie della rivista di gennaio, febbraio e marzo?”
– “Purtroppo c’è crisi, sono venuti a mancare gli sponsor, e col senno di poi, dovessimo tornare ad agosto/settembre, sicuramente non avrei preso la decisione di fare una rivista cartacea”

Grazie! Io l’avevo pensato sin da subito che poteva finire così, eppure mi sono fidato lo stesso! Scemo io che continuo a dare fiducia alla gente.

– “Comunque il progetto sulla storia del Benevento e le interviste agli ex calciatori continueremo a farle, poi a fine anno rileghiamo il tutto e facciamo un bel libriccino a riguardo, il tutto a nome tuo, visto che è un lavoro tuo.”

Ci mancherebbe altro!

Ridiculous…

Passiamo ad altro, cronache da chat:
– “Ehi ciao come va, è un sacco che non ci si vede, e non ci si sente.”
– “Eh già!”
– “Visto che mò arriva pasqua e poi fino a metà mese sarò occupato fuori città, che ne dici di vederci domani o dopodomani?”
– “Che ne dici se invece ci sentissimo dopo metà mese?”
– “Uaaahhh addirittura? E che è? Ma veramente posso fare un così brutto effetto da ritardare così tanto un incontro?”

Ridiculous…

Pasqua, pasquetta, pasquina, il giorno si avvicina.
Che si fa, che non si fa?
Piove, non piove?
Blablablablabla… lei… blablablablabla… a casa di… blablablablabla… inviti… blablablablabla
– “Oh, questa è la situazione, casomai dovesse succedere, tu che vuoi fare?”
– “Ci siamo messi d’accordo per stare assieme? A ro’ vai tu, vac’ je! (trad.: dove vai tu, vado io!)”

Ridiculous…

Le “buone” notizie non arrivano mai da sole, ma a braccetto.
Karma dove sei?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*