Odio

Sono iscritto da tempo ad un servizio gratuito di sms, TIMSPOT, avendo appunto come gestore telefonico TIM, e tra i servizi a cui sono abbonato ci sono Spettacolo, Gossip e Sport.
Di solito gli sms sullo sport parlano in buona parte di calcio, ma spesso mi capitano anche sms su altri sport, come ad esempio Pallavolo, Basket, Rugby, Motori eccetera.
Tra i tanti sport di cui mi possono arrivare le notizie, quelli che meno sopporto sono quelli sugli Sci; anzi spesso non li leggo neanche appena leggo la prima parola.
Perchè ho questa avversione? Ora ve la spiego.
Prima di tutto non ho mai visto per intero una gara di sci trasmessa in tv, non conosco le regole, e non mi provoca nessun interesse sportivo; in secondo luogo odio il fatto che i maggiori esponenti di questa manifestazione sportiva sono "italiani" del nord, e più specificatamente di regioni in cui in buona parte la lingua adottata è "teutonica".

Denise KarbonMi dite voi una persona profana come me, come può in periodo di Olimpiadi invernali, appassionarsi a gente che di nome fa Denise Karbon, Carolina Kostner, Armin Zoeggler, Manfred Moelgg, Karen Putzer? E ne ho messi solo alcuni perchè ce ne sarebbero a bizzeffe.
Voi mi direte: "Sì, vabbè ma a parte il nome sono nati in Italia, sono italiani, gareggiano per il nostro paese…"
E io secondo voi dovrei rispondervi: "Ok, avete ragione?"… Ma GIAMMAI!!!!!

Io dico come si fa a gareggiare per un paese per cui non riesci nemmeno a parlare decentemente la lingua ufficiale, l’Italiano???
E’ sintomatico poi sentire le interviste di questi campioni delle nevi che parlano come un tedesco che si trova in vacanza sulla riviera romagnola: "Zì potefo anke fare ti più, ma tefo tire ke no pozziamo lamentare..."
Il più delle volte mi aspetto da parte loro a fine intervista qualche imprecazione o saluto simil SS: "Skratzenfuhrer Himmelhaben! Ja wool!!" consci del fatto che gli spettatori italiani non riusciranno a capire quel che dicono.
Ma a questo punto (at this point…) preferisco di gran lunga gli stranieri naturalizzati che gareggiano per i nostri colori: come Fiona May o come Andrew Howe che parla anche romanaccio; preferisco Mario BALOTELLI che è nero come la notte ma parla bresciano meglio di Fabio Volo; preferisco di gran lunga, e mò ci vuole, calciatori stranieri come Clarence Seedorf che parlano compiutamente la nostra lingua meglio di questi atleti di sport invernali.
Rimpiango i tempi di Alberto Tomba, e mi meraviglio di non sentire da un pò di tempo le imprese di Giorgio Rocca, anche questi due sciatori come gli altri, ma almeno di chiare origini italiane!

6 thoughts on “Odio

  1. Sec me questo post è inutile..

    al sud non ci sono le montagne come al nord!è geografia!

    è normale che un calabrese non sarà mai campione di sci (e tra l’altro nanche alcuni di loro parlano molto bene l’italiano,così come da noi),!!!

    e si sà che loro parlano così,questioni di politica che risalgono alla seconda guerra mondiale!

    simona

  2. post razzista fino alla seconda parte…dove poi è diventato ipocrita. nel calcio ok agli stranieri, naturalizzati ecc. nello sci no? mmmmhh…nn sono molto d’accordo 😉

    tokombo

  3. Come hai detto anche tu, sono italiani a prescindere da come parlino. E poi se nn sbaglio si valuta la bravura in quello sport nn nella conoscenza linguistica o qnto altro.

    Poi che tu possa avere una avversione.. ci sta. Ma i motivi sn un pò futili, sec me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.