Lex Ignorantia Negat

Ovvero "La legge non ammette ignoranza" (anche se l’espressione originaria in latino era "ignorantia legis non excusat " e cioè "l’ignoranza della legge non scusa).

Eppure se si legge questo articolo:Al concorso vince l’ignoranza, sembrerebbe che i candidati al concorso per istruttore direttivo amministrativo al comune di Orbetello (GR), nonostante fossero laureati proprio in legge, nella realtà si sono dimostrati dei veri e propri caproni.

Ora, per proseguire la lettura di questo post, dovreste prima leggere bene l’articolo linkato sopra, e scoprirete anche come il segretario generale del comune di Orbetello, sia un omonimo di un nostro caro amico…
Per quelli che non mi conoscono, sappiate che io sono un pignolo, e spesso mi batto contro le dimostrazioni di ignoranza che ha oramai avviluppato il nostro paese.
Non so quante volte mi è toccato correggere amici e conoscenti che parlavano o scrivevano male, figuratevi che ogni qual volta scrivo degli sms, mi tocca sempre inviare 2 o più messaggi consecutivi, perché altrimenti non sono sicuro che quello che voglio dire sia compreso del tutto dal destinatario.

Tornando al nocciolo della questione, il Comune di Orbetello ha preso una decisione che ai più è sembrata talmente anomala, da risultare una notizia!
E ciò è sconcertante!
Ce ne fossero molte di più, di persone come il segretario generale comunale di Orbetello.

Voglio poi porre il punto sul rigore vigente negli anni ’50, periodo da cui poi il livello dell’educazione nelle scuole italiane è volto sempre più verso il basso, giungendo ai livelli infimi di questi primi anni del nuovo millennio.
Un esempio sono i quiz di allora e i quiz odierni.
Una volta a "Lascia o raddoppia" Mike Bongiorno poteva chiedere al concorrente in gara, quale fosse la capitale della Birmania; se il concorrente la sapeva passava avanti, se non la sapeva, la gara per lui era bella che finita.

Ora invece abbiamo quiz come "L’eredità" o "Chi vuol essere milionario?", dove ti viene chiesta qual è la capitale della Birmania, e ti vengono date 4 opzioni, con vari aiuti per arrivare alla risposta esatta.
Roba che puoi anche rispondere a casaccio, e vai alla domanda successiva…

Qualcuno ora potrebbe obiettare quel che ho detto finora, o che è scritto nel link dell’articolo, dicendo: "Sì, però gli errori ortografici fatti si correggono dopo aver riletto il testo, di solito quando si fa un concorso si va di fretta per terminarlo il prima possibile".
Ma scusate, l’andare di fretta e quindi sbagliare, per me è solo una mera scusa che adottano tutti quelli che lo fanno.
Spesso nel forum di Hattrick, o anche su Facebook (cito i due siti dove vado più spesso su internet, ma anche in molti altri è così) leggo messaggi tutti sgrammaticati, con punteggiatura inesistente, ed evidenti problemi di ortografia, li faccio notare a chi li ha scritti, e cosa mi viene risposto?
"Eh, ma andavo di fretta…"
Ma che significa?
Allora scusa a che serve la funzione Modifica nel messaggio? Ad abbellire lo stesso?

Personalmente sono fiero di essere cresciuto in una famiglia dove ho ricevuto una perfetta educazione di base, che mi ha permesso spesso, da autodidatta (cioè studiando da me molti argomenti) di cavarmela più che egregiamente nei miei studi, e nel corso della mia vita.

Un’ultima postilla:
avete mai visto il film "Idiocracy?"
Mi sa proprio che a lungo andare faremo quella fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.