La mia visione del Natale

Quand’ero piccolo ho vissuto il Natale (e il periodo delle festività fino al 6 gennaio) come tutti i bambini che si rispettino: mangiando, giocando, dicendo le poesie durante i cenoni per avere qualcosa di soldi, aspettare impazientemente i regali di Babbo Natale, vedere i film natalizi in televisione, accendendo le stelle filanti, comportarmi come un bravo bambino, e credendo nei precetti della Chiesa per far sì che per il Santo Natale filasse tutto liscio come l’olio.

kame nataleCrescendo sono iniziate a venire meno molte delle cose sopra elencate, e negli ultimi tempi si è sviluppata in me una concezione ben più adulta, laica e meno romantica del Natale.<

br />
Tutto ciò per tante piccole vicissitudini che mi sono accadute nei precedenti periodi di festività di fine/inizio anno, di cui ora però non starò a parlare.
Sono arrivato a non credere nemmeno nel fare gli auguri durante il trittico 24-25-26, e rispondendo a quelli degli altri, semplicemente con "grazie", "anche a te", e addirittura il più prosaico "idem".

Parlando sempre di auguri, ultimamente c’è la moda su Facebook di "taggare" le persone a cui si vogliono fare gli auguri su di un’immagine a tema; una volta si compravano christams card e carta auguri per mandare sms su sms a tutti i numeri della propria rubrica, ora invece si procede così, molto più economicamene, e con la sicurezza che arrivino.
Con tutto che non mi sono fatto contagiare da questa nuova moda, mi son ritrovato taggato addirittura in 15 immagini!!! Incredibile!

A quel punto allora, poco prima di scendere il 24 notte, ho effettuato un esperimento sempre su Facebook, ovvero cambiare la mia data di nascita dal 29 aprile, al 25 dicembre, per vedere se in questo modo sarei riuscito o meno ad attirare qualche fanatico degli auguri, calamitato dalla ghiotta occasione di fare doppi auguri (compleanno e natale).

A cascarci sono stati giusto una dozzina, con cui in seguito mi sono anche scusato per il piccolo tiro mancino arrecato loro.
Con mia somma sorpresa, mi è arrivato anche un sms in cui mi venivano fatti i doppi auguri, dopo aver letto la falsa data di nascita sul mio profilo. LOL!

Rispetto gli stati d’animo di tutti quelli che festeggiano in modo convenzionale questo periodo vacanziero, ma contemporaneamente vorrei che anche tutti gli altri rispettassero il mio di stato d’animo, quando non mi mostro altrettanto contento e felice di trascorrere questi giorni.

Come mi dico sempre "Mai dire mai", perché in un futuro (prossimo o remoto) qualcosa cambierà anche nella mia vita e nel mio pensare, e potrei benissimo rimangiarmi tutto quello scritto finora.
Buon proseguimento di vacanze a tutti. BUARGH!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.