Cose da film

Datemi del folle, ma io oramai ci credo: sono il protagonista di una tragicommedia!
Lunedì pomeriggio prendo il treno per Napoli con mia sorella, per rimanere a dormire là, visto che la mattina dopo alle 9 avevo un esame della specialistica. Fin qui tutto bene, ma l’imprevisto era in agguato…

Mia sorella mi chiede se per caso non avessi dimenticato il libro che stavo leggendo prima di scendere a casa, controllo nello zaino, e purtroppo mi accorgo che la sua impressione era quella giusta. Come potevo risolvere la cosa?

Un paio di telefonate con mio padre, e l’unica cosa ipotizzabile era quella di affidare il libro al capotreno del treno successivo per Napoli, e aspettare alla stazione Garibaldi l’arrivo del suddetto treno per prendere il libro.
Ipotesi stramba ma l’unica plausibile in quel momento.<

br />

Tempo un quarto d’ora e a Cancello il treno si ferma. Ben presto si sente un annuncio: "Causa manifestanti sui binari a Napoli, i treni per e da Napoli non partiranno fino a ora da destinarsi".
Un altro inghippo: uno solo non bastava, e ora?

Il treno su cui stavamo, ben presto decide di tornare a Benevento, alcuni scendono e altri rimangono. Noi decidiamo di scendere, e avvisato nostro padre della novità ulteriormente penalizzante, questi si prodiga per venirci a prendere a Cancello, portando stesso lui il libro che avevo maldestramente dimenticato a casa.

Un’ultima cosa: mia sorella sentitasi col ragazzo al cell, mi riferisce poi che quest’ultimo ha fatto questa considerazione: "Sempre e solo a tuo fratello succedono queste cose da film!"

P.S.: l’esame poi non me lo son preso, l’ho rifiutato: posso fare molto meglio la prossima volta. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.