…e sono nel vuoto!

Sto sclerando di brutto! Mi prendo un attimo di pausa.
Questa settimana nessuna novità da queste parti, e pure ci son state anche delle occasioni particolari. Oggi è Carnevale, la settimana scorsa si son laureati gli amici Giusy (specialistica in Giurisprudenza) e Rafao (giurisprudenza vecchio ordinamento). Sabato grande festa a San Marco ai Monti (BN) alla casa-studio de La Trappola. Grande la Sangria, e ottime stuzzicherie e tartine varie.
Auguri anche a SimoPimpi e Luca che oggi festeggiavano una data particolare.
Me ne torno nel mio eremo.

Fletto i muscoli…

Myspace World

Negli ultimi giorni, sulla mia casella di YahooMail ho avuto caterve di richieste (req) di aggiunta (add) su Myspace, da parte di gruppi e cantanti da ogni parte del globo.
E’ incredibile tutto questo accanimento che c’è negli utenti di myspace per aggiungere alle loro liste amici gente a loro sconosciuta; per quel che mi riguarda i primi ad essere stati aggiunti sono stati gli amici (mediante una ricerca su yahoo), e poi quei pochi artisti musicali e non, che mi "sfagiolano" ultimamente.

Già in un post di poco tempo fa, accennai ad un riammodernamento della lista dei link qui presente sulla sinistra, e mi chiedevo se conveniva o meno aggiungere i link dei myspace dei nostri amici nella lista dei blog, o creare uno spazio apposito solo per i myspace.
Se le preferenze (mie o di chi interverrà nei commenti… ne dubito) propenderanno per la seconda opzione, allora mi sa che devo rispolverare le mie ammuffite conoscenze sul linguaggio HTML e mettermi di buzzo buono a creare la sezione apposita.

In una sorta di omaggio ironico a tutti quelli che si "drogano" su Myspace (soprattutto certe ragazze), ecco video e testo della canzone "Ragazza Myspace" dei Dio della Love, che han saputo sfruttare appieno questo movimento internettiano.

 
 P.S.: il testo è nel

Dio Della Love – Ragazza Myspace

Ragazza MySpace, rinchiusa nella camera da letto
Con la digitale ti scatti le foto
Tutte prese dall’alto

La matita nera, vestita di righe o pois
Se poi il tatuaggino è una stellina
Chissà quanti commenti avrai

Passi le giornate ad aggiungere amici nella tua lista
Sei la protagonista delle pagine altrui
Tremila contatti
E tu sempre aggiornata sui fatti
Tu sai tutto di tutti, su tutto hai da dire
Ti meriti un pezzo
Solo tu mi fai impazzire perché

Sei la ragazza, ragazza MySpace
Piena di foto, amici, video ed email
Passi giornate su YouTube e Fotolog
Mentre consumi la playlist dell’iPod

Ragazza MySpace
Io sì che i gruppi li conosco tutti
Dal punk all’hardcore, dall’emo allo snouor
Quest’ultimo l’ho inventato io

Passi le giornate a rispondere ai messaggini privati
Quelli un poco sfacciati ti diverton di più
Tremila autoscatti tutti da pubblicare, far vedere,
commentare per farmi sognare te
Tu sei il chiodo fisso che vorrei martellare

Sei la ragazza, ragazza MySpace
Piena di foto, amici, video ed email
Passi giornate su YouTube e Fotolog
Mentre consumi la playlist dell’iPod

Sei la ragazza, ragazza MySpace
Sempre più foto, amici, video ed email
Passi giornate ad editare il tuo profile
Mentre ti ascolti a palla “Sweet Child Of Mine”

Dimmi quando mi aggiungerai
Alla preziosa lista di contatti
Per poi poterti dire “grazie per l’add”
Dimmi quando mi arriverà una friends request da te
Che sei la più bella che c’è
Mi piace un sacco credere
Che prima o poi io ti limonerò ragazza MySpace

Sei la ragazza, ragazza MySpace
Piena di foto, amici, video ed email
Passi giornate su YouTube e Fotolog
Mentre consumi la playlist dell’iPod

L’Anniversario Infausto

onionC’è gente per la quale qualsiasi venerdì 17 è un giorno pieno di scalogna.
 Io di preciso invece so qual è il mio giorno scalognato: il 27 dicembre!
Memore di questo, l’anno dopo (e anche quello seguente) rimasi a casa. Questa sera sono tentato di rispettare la tradizione, ma mia sorella mi ha già proposto una tombolata a casa di una sua amica (sta di fatto che ho paura ad uscire, e non le ho dato il mio assenso).
Più tardi vedo se mi conviene o meno sfidare la sorte, o rimanere ancora a casa anche quest’anno.
Chi vivrà vedrà.

Amanda: I luv u

amanda knoxRiallacciandomi al vecchio post di last22ilpario su Erika, e concordando con quest’altro post del portale Blogosfere, volevo qui esulare sull’intera vicenda dell’omicidio di Perugia di Meredith Kercher, soffermandomi invece su questa conseguenza che i media hanno partorito con il loro bombardamento quotidiano.

Personalmente ho pochi dati a disposizione per affermare qualunque ipotesi in merito, e qui mi limito solo a chiedermi come mai una ragazza così carina sia finita in un patatrac simile? Io non lo so, ma dalle immagini che ho visto e da quel poco che ho letto su internet, posso solo dire che il ragazzo di Amanda, Raffaele Sollecito, è un emerito coglione.

E poi permettetemi ancora un altro commento: 100 volte meglio Amanda che Erika.

"la perversione è ovunque, temetela"!!!
(ma soprattutto è presente in questo blog…)
amanda knox foxy knoxy

P.S.: Fuori argomento dal post in questione, volevo rendere noto che su SpaikReview c’è una nuova recensione su Lo Spaccacuori con Ben Stiller.

Obbrobria 2007

Mercoledì 21 sera io, Spaik e DJ Masso ci siamo visti la partita Italia-Far Oer a casa dell’ultimo, mangiando pizza e degustando subito dopo un buon Amaretto di Saronno.
Verso le 23, finita la partita, ci siamo appostati davanti il pc del chiatto, e lui ci ha fatto vedere un sito: Cam4
Tra i vari personaggi facenti parte di questa chat invereconda, abbiamo avuto a che fare con un certo Rusty69, un rasta di 36 anni che faceva tutto il bellillo.
Mascheratici tutti e 3 dietro lo pseudonimo KETTYNAP, una fittizia ragazza universitaria di Napoli con una foto presa dal sito dell’università di Macerata!!! è iniziata la nostra opera di sputtanamento del tizio; prontamente documentata grazie a 3 screenshot che son qui di seguito.

in cui gente da tutto il mondo si fa vedere tramite webcam per chattare, porcate e anche altro.

coglione rasta

coglione rasta culo

coglione rasta

Come un burattino nelle nostre mani, lo "stolto" ha preso a realizzare tutto quel che gli impartivamo (e potete benissimo leggere nelle immagini, cliccandoci sopra e visualizzandole nella loro interezza):
"Mettiti un dread in bocca e ciucciatelo!"; "Fammi vedere il tuo petto villoso!"; "Mostrami il tuo culetto!"

Tutto questo nel giro di 7-8 minuti, fino a quando il coglione non ha salutato tutti e noi lo abbiamo sputtanato con l’ultimo messaggio presente nella terza immagine.

Fate attenzione voi tutti a parlare sulle chat, potreste trovarvi qualcuno di noi.

"la perversione è ovunque, temetela"!!!

Ma che mondo perverso!

Ma dove andremo a finire…Con questa frase da nonno apro questo post interamente dedicato alla perversione. E’ infatti notizia di questi giorni di alcuni fatti accaduti in giro per il mondo di chiaro stampo a luci rosse. Georgia, U.S.A., tre giovani fanciulli di 8 e 9 anni sono accusati da una loro coetanea, di soli 3 anni più grande, di aver compiuto, sul suo giovane e illibato corpicino, atti sessuali e violenza. I giovani "stupratori" difendono la tesi che vede la ragazzina consensiente nel farsi, per cosi dire, "ispezionare" a fondo dalla curiosità un pò troppo accesa dei fanciulli. Fatto sta che è alquanto sconcertante l’accaduto appunto per la tenera età dei tre, non riesco proprio a ricordare ma per quanto mi riguarda, se non sbaglio, a quell’età l’unico mio interesse erano i masters, i soldatini e le macchinucce, e nel mio intimo non credo proprio che avessi impulsi sessuali già cosi attivi. Sarà la società moderna che influenza cosi tanto i bambini ma non credo fino a renderli già attivi sotto quel punto di vista, mah!!! E che sò tutti figli di Rocco Siffredi???
Altra notiziona allettante, e stavolta è roba di casa nostra, è quella che vede come protagonsita madameweb. All’anagrafe tale Anna C. è una normalissima professoressa di lettere di scuole medie, nella provincia di Pordenone, e fin qui nulla di strano, se non fosse che questa donna ha delle inclinazioni un pò particolari. Infatti madameweb è conosciuta in internet per le sue esibizioni porno-erotiche che l’hanno vista protagonista anche alla porno-fiera "Venus" di Berlino, con le sue singolari esibizioni. Trattasi dunque di "porno-professoressa" che, come poteva essere ampiamente deducibile, da un lato ha causato felicità e incredulità tra gli alunni e dall’altro astio e indignazione tra i genitori che l’hanno querelata. E qui nasce l’inghippo, perchè posso capire le madri che schifate dalla prof. sono andate su tutte le furie, ma i papà??? Già mi vedo il marito che fa vicino alla moglie: "cara oggi sono libero vado io ai colloqui del pupo"!!! ahahaha… Ora sono proprio curioso di vedere come va a finire questa diatriba e intanto posso solo aggiungere "la perversione è ovunque, temetela"!!!

Numero 65

numero 65 schiavonea spumanteNon è una posizione del Kamasutra; e nemmeno una posizione di una qualsivoglia graduatoria; o il mio arrivo ad una corsa campestre disputata.
Non so se vi è mai capitato, dopo un pò di tempo, mettere le mani in tasca (di un pantalone, un jeans, una giacca o una camicia) e ritrovarvi cose ritenute perse da tempo, dimenticate o altro.
Bè, ieri mi capitò di mettere le mani nella tasca di retro dei miei jeans neri, e di trovarvi il biglietto con il numero 65.
Quel giorno era Giovedì 9 agosto e come il giovedì precedente saremmo andati a passare la nostra serata al Lido "Barracuda".
La prima cosa che mi ricordo fu il mio rifiuto ad andarci, per le solite macchiette ordite dai calabresi del lido per biglietti, entrate omaggio, pagamenti con o senza consumazioni eccetera. E per quale motivo poi noi avremmo dovuto sottostare alle loro leggi? Giusto perchè "Vabbè, ma tanto è estate!" ?
E che voleva dire? Che solo perchè siamo in questa determinata stagione, i nostri cervelli sono atrofizzati e quindi i nostri corpi sono disposti ad offrire un tappetino con su scritto Welcome in direzione dei nostri orifizi anali???
Fu così, che per andare controcorrente ai "grandi inganni estivi dei locali", preferì lasciare al loro destino i miei compagni di vacanza, e tornarmene a piedi verso casa.

Risolutiva risultò la telefonata che mi fece pochi minuti dopo il fraterno Spaik, per convincermi a venire comunque. Un pò contrariato, decisi di accontentare le richieste fattemi via etere, ed entrai nel lido, sganciando 5 euro alla cassa in cambio di un biglietto di carta con su stampato il numero 65.

shrekEntrato nel lido, e ripresi i contatti col gruppo vacanziero, mi diressi subito verso il bancone, dove un barista incredibilmente somigliante all’orco Shrek, e con ogni dito della mano pari a due dita della mia, mi iniziò a preparare il primo dei due cocktail che quella sera mi fecero dimenticare parte dei miei problemi di quella sera.

Andando controcorrente e col bicchiere di plastica nella mano destra, decisi di buttarmi nella pista, in mezzo agli amici (e in cuor mio mi sentivo alquanto ridicolo, non avendo una innata predisposizione a dimenarmi in balli et similia), continuando a suggere dalla cannuccia il "nettare malefico" che di lì a poco mi avrebbe donato un oblio di breve durata.
Ballando (o cercando almeno di farlo) l’alcol penetrava molto più velocemente nelle vie delle mie carni, rispetto a quando stavo seduto, e quindi ben presto i presenti ebbero a che fare con il mio Es che intrappolò il mio Io in uno sgabuzzino della mia mente, legandolo e imbavagliandolo su una sedia di vimini.
A dir la verità quel che ricordai il giorno dopo era ben poco, ma chi fu presente, con pazienza certosina, un aneddoto dopo l’altro, mi aiutò a ricomporre le tessere del mosaico di quella sera; e il risultato fu un capolavoro (nel senso ironico del termine…).
Mi sono meravigliato non poco nel sapere di aver affrontato numerosi balli a stretto contatto con buona parte delle ragazze del nostro gruppo.
E cercando di rimembrare l’accaduto, il mio istinto non può che essere rimasto soddisfatto da quel che realizzai…
Meno male che il giorno seguente, il mio Io (ripreso possesso della mia mente lasciata in subbuglio dal mio Es ormai stanco e distrutto in un angolo con ancora un cocktail nella mano) ha pensato bene di scusarsi per il comportamento non consono alla mia persona.

Tornando al "numero 65", mi son dimenticato di raccontare che dopo il secondo cocktail, quando oramai avevo finito il mio propellente, avevo sentito con la coda dell’orecchio, che il deejay della serata, aveva chiamato il numero 65 come vincitore di una bottiglia di spumante, a cui poi ha attinto buona parte della nostra compagnia.
Non vorrei sbagliarmi ma mi pare che fu dopo la vincita che iniziai a perdere quasi del tutto coscienza della mia ragione, lasciando il passo al mio istinto.

Il resto della serata per me rimase offuscato nella nebbia, e mi pare che per più volte l’amico Spaik mi ha rimproverato, tentando di mettermi al letto, mentre continuavo a dare sfoggio della mia buffonaggine facendo smorfie per la finestra della tromba delle scale.

Voglio ora chiudere, chiedendo ai presenti di allora un "Perdono" generale, per quella sera.
Infatti dopo allora rinchiusi il mio Es nella cantina della mia mente, giurando di non farlo uscire per il resto della vacanza, per non fargli rimettere piede nella stanza dei bottoni comandata dal ben più senziente Io. La qual cosa però non ebbe esiti felici il sabato seguente, perchè mi prese la depressione, ma i giorni seguenti invece andò tutto bene. Meno male!

Al prossimo aneddoto!!!

Tiriamo lo scarico

E liberiamoci di un pò di cacca.
Ogni tanto sento il bisogno di liberare i miei segnalibri da alcuni link, e adibisco il blog a sciacquone per fare ciò.
Vediamo se c’è uno di questi link che può interessare qualcuno.

Iniziamo con il Canguro masturbino, lui si merita il titolo di perverso/malato della settimana.

Continuiamo con un’altra delle cazzate che il mondo cattolico ha fatto: impedire ad un bambino l’iscrizione ad una scuola perchè di cognome fa "Inferno".

Cristiana Capotondi WriterUn’altra notizia, questa volta presa da Libero News, che farebbe rivoltare nella tomba Last22ilPario se questi fosse già bello che defunto: Cristiana Capotondi prenderà parte ad un film sul Mondo dei Writers. Auguri!

Altra notizia, questa volta legata al mondo della tecnologia, hanno messo in commercio delle chiavette USB a forma di biscotti. Chissà se qualche nerd ciccione nella distrazione nel cliccare pagine porno, si troverà mai ad addentarne una per sbaglio.


Passiamo allo sport, di preciso al calcio: il Brasile dopo quasi un anno (e dopo la recente vittoria in Coppa America contro l’Argentina) torna in cima al ranking FIFA, scalzando l’Italia Campione del mondo. Vi siete mai chiesti come sarebbe il vostro nome su una maglietta della nazionale se foste nati in brasile?

Quando sarete passati a miglior vita, come preferireste che fosse trattato il vostro cadavere? Ovviamente non potrete deciderlo direttamente, quindi ci penseranno i vostri cari, e questi ultimi come si regoleranno? Probabilmente opteranno per un espianto degli organi, cercando anche di avere il massimo rendiconto economico possibile, e per sapere una previsione su quanti soldi potrebbero cavare dalla vostra carogna in putrefazione, potrebbero benissimo usare questo tool: Quanto vale il tuo cadavere?
Il mio vale 4225$, ma ora non venite a farmi la pelle, grazie!

Infine, permettetemi di farvi sentire quella che al momento è la canzone che più ascolto in questi giorni afosi. E ora relax!

Voglio morire così…

Dopo alcune settimane di stop in cui mi sono dedicato (anche lì poco a dir la verità) al mio blog. Torno a PAStare per consegnare la palma di "Perverso/Malato della Settimana" postuma a costui! Forse qualcuno di voi già ne ha sentito parlare leggendo la cronaca di ieri… Io, appena me l’hanno raccontato mi sono scompisciato! Con tutto il rispetto per il morto che c’è di mezzo, questo, è senz’altro uno dei modi più depravati per porre fine ai propri giorni! Alla prossima e… stay tuned!