BN Post It Up

Bene. Torno a scrivere dopo più di un mese giusto per fare un po' di pubblicità alla manifestazione di Urban e Street Art di BN Post It Up. (domani casomai tornerò a parlare di cosa è accaduto in questo mesetto di oblio da parte mia…).

Questo è il comunicato stampa inviato ai vari media, qui quello su Il Quaderno.

Questo è il profilo Twitter di BN Post It Up.

Il video spot su Vimeo.

Il Myspace di BN Post It Up.

Flickr: album con molte delle opere degli artisti nazionali e internazionali, e gruppo di discussione sempre su flickr.

Pagina con buona parte dei link precedenti e con i siti e blog dei partners della manifestazione.

Fatta la doverosa pubblicità (forse anche con colpevole e leggero ritardo…) passo a linkare anche gli articoli sulla polemica avvenuta per uno dei poster affissi in città, ovvero rappresentante Hitler con una macchia di sangue alla tempia.
Ora chi la vede, dopo 2 minuti, può benissimo pensare che questa sia un'espressione artistica di condanna al nazismo, ma non per il dirigente provinciale dell'Italia dei Valori, tale Luigi Guerra, che ha appunto iniziato la polemica che non ha fatto altro che portare pubblicità gratuita a BN Post It Up, e l'ulteriore conferma della bassa qualità del giornalismo e dei media sanniti… (SIC!).

Il poster della polemica

Questo l'articolo de Il Quaderno con l'inizio dell'inutile polemica: Venga rimossa la figura di Hitler che campeggia da 3 giorni a Benevento.

Naturalmente TVSette non poteva non seguire la scia, e non leccarsi i baffi sulla possibile "audience" di cotanta notizia: Gigantografia di Hitler in via vittime di Nassrya a Benevento.

E dopo commenti sotto il primo articolo, e conseguenti interventi tramite blog di altri a favore delle opere del Bn Post It Up (MadnessWall: quando si parla senza sapere; BeneventanaManera: L'italia dei valori di guerra), ecco che Il Quaderno, decide di tornare sui propri passi (visto che il suddetto Guerra non l'aveva voluto fare…) e quindi l'intervista a Vincenzo D'Argenio, Roberto Balestrieri e Leonardo Iarrusso (ovvero i nostri LastIlPario, DJ Masso e TrueLiar):

BN Post it up: nessuna apologia del Fuhrer, solo idee d'arte, nuove e già richieste.

Con quest'ultimo articolo si chiude la mia personale rassegna sul BN Post It Up.

Se cercate, ci sono anche gruppo ed evento su Facebook naturalmente.

Il mio mese di Maggio…

E' passato un mese dal mio compleanno, ho 31 giorni in più sul groppone, e un sacco di post lasciati nel limbo delle idee.
In questo mese non ho affatto messo mano al blog, e giusto adesso, per non lasciare bianca la casella di maggio, mi sono deciso a scrivere qualcosa; e visto che è un bel po' di tempo che non lo faccio, suppongo che questo possa essere un bel "papiello"…

Eravamo rimasti in pieno stage al Napoli Comicon, bene: è stata un'esperienza molto soddisfacente, che avrei voluto ripetere anche col Napoli Film Festival (dal 5 all'11 giugno) ma purtroppo non ne ho avuto l'opportunità, visto che l'agenzia che si occupa del Comicon, solo in parte lo fa anche per il NFF, e quindi non hanno potuto insistere più di tanto.
C'è da dire che il mio lavoro è stato molto apprezzato, e quelli dell'agenzia hanno speso buone parole per me, e tutto ciò mi lusinga molto. Chissà se in futuro le nostre strade lavorative torneranno o meno a incrociarsi, di certo non mi dispiacerebbe.

Qui, poco più sopra, la mia versione del manifesto del Comicon di quest'anno, disegnato da Jim Lee.

Quel che mi è dispiaciuto un po' sto per dirvelo proprio adesso: durante i 3 giorni del Napoli Comicon, ho fatto la gradita conoscenza di una ventenne di Caserta; reciproca simpatia ed interesse, il tutto suggellato da un cospicuo "scambio di lisozima" (non voglio risultare troppo romantico…).
Poi però, dopo esserci scambiati numeri di cell, e-mail, msn, e facebook (e dopo aver letto/visto determinate cose sul suo profilo), mi sono reso conto di essere stato incredibilmente "usato"!
Il bello è che in tutto questo, io non avevo la benché minima intenzione di avviare un vero e proprio rapporto, ma avrei voluto come si suol dire "avere le mani in pasta", e se fosse accaduto qualcos'altro, allora sarebbe stato il benvenuto.
Il mio comportarmi come sempre da bravo ragazzo evidentemente mi ha tirato un'altra volta un brutto scherzo…

Finita l'esperienza dello stage al Comicon, sono tornato alla routine universitaria in un continuo andirivieni infrasettimanale tra Napoli e Benevento, con la Valle Caudina come filo conduttore. Ora i corsi sono finiti ufficialmente questo venerdì appena passato, e con alcuni colleghi di corso, abbiamo festeggiato con un bel pranzetto alla famosa Trattoria Nennella (perché famosa, potete constatarlo dagli innumerevoli video su youtube, dalla pagina web e dal suo myspace).

Ora è iniziato il periodo di esami, e da qui in poi corsi da seguire non ci saranno, quindi si apre un altro capitolo della mia vita universitaria, cioè l'ultimo (o il penultimo contando la tesi? Poi vedremo…).

A questo proposito, parlando di tesi, non posso esimermi dal celebrare anche qui sul blog, le lauree specialistiche in Scienze dello Spettacolo dell'amico Last Il Pario (106/110, un mese fa ormai), e dell'amica Simo in Biotecnologie Industriali ed alimentari (110 e lode, lo scorso mercoledì), ma di quest'ultima e della sua festa parlerò brevemente e a parte domani assieme all'altra festa di questo mese di maggio, ovvero il compleanno di Zio Silvio (promemoria per me…).
 

A domani.

 

09/09/09 L’apocalisse è vicina

Ma prima di parlare di oggi, vorrei fare un paio di piccoli accenni: uno buono e uno cattivo.
Il primo è che ieri è stato per la ..esima volta il compleanno della nostra amata Zietta Pulce. (Notare che ho omesso gli anni compiuti, ma qualche lettore più curioso e più furbo, lo ricaverà dal post dell’anno scorso). Gli auguri di rito, invece di farli qui come mio solito, ho preferito porli direttamente alla sua attenzione sul suo profilo di Facebook.

A questo proposito, come ha ben capito Martina nel commento al post di ieri, purtroppo Facebook con la sua immediatezza nella comunicazione, ha letteralmente attirato le mie attenzioni su di sé, facendomi perdere l’interesse che avevo in questo mio bell’angolino da scrittore virtuale.
Come potete ben vedere, dopo un mese e più di assenza, sto cercando di riprendere contatto con questa piattaforma, e stranamente, a differenza degli ultimi tempi, ho qualcosa da dire anche qui per almeno altri 3-4 giorni.

Ah, mi dimenticavo l’altro piccolo accenno, quello cattivo.
Come già mi è capitato nel recente passato, mi premeva ricordare un grande del mondo dello spettacolo, ovvero quel Mike Bongiorno che purtroppo ieri è venuto a mancare.
Un grande della televisione italiana, uno dei suoi pionieri, e anche un grande sportivo e tifoso juventino.
Il mio omaggio si riferisce in realtà a quella che è una delle sue parodie meglio riuscite, ovvero quella dell’amico Fiorello in una puntata di Viva Radio 2.


 

Passiamo ad altro, ovvero alla giornata di oggi cui si riferisce il titolo di questo post.
3 anni fa avemmo il 06/06/06 (e per l’occasione scrissi un Flash Ripetuti sull’elezione del Papa Pario), quest’anno siamo alle prese con il 09/09/09 cioè la stessa data ma vista al contrario.
In realtà se non fosse stato per Popmundo, non credo affatto che mi sarei accorto della coincidenza… o per lo meno non me ne sarei accorto subito come capitato stanotte.
In questo gioco di ruolo online, oggi è avvenuto il Popogeddon, o meglio il P9p9gedd9n: l’apocalisse del popmundo, ed è anche resuscitato dopo 3 anni di sepoltura Melvin Stjarnblom, il primo dittatore del gioco che teletrasportandosi (non si sa come) da Londra dove era sepolto, ad altre città del mondo, ha permesso l’avanzata dall’oltretomba di piccoli eserciti di zombies, aprendo i cancelli delle cripte delle principali città, gettando nuovamente nel panico i popmundiani.

Tornando alla realtà, non mi pare però di aver letto chissà quali previsioni apocalittiche su questa data, sta di fatto che la numerologia ha sempre il suo fascino. Perché vi ho parlato di ciò? Forse perché ultimamente ho rivisto Number 23, e quindi mi sarò fatto influenzare? Sì, mi sa proprio di sì. A domani.

Maggio: 12 anni di PAS* e altro…

Uah, quanto tempo! Eppure mi ero ripromesso di scrivere qui con un lasso di tempo minore, e invece mi ritrovo dopo ben 22 giorni!!!
E poi sarei io quello del "domani post"…
Comunque posso ritenermi soddisfatto di questo maggio: con l’università tutto bene, ho fatto un preappello di un esame e ho preso 27; sono a buon punto con varii laboratori (sgrat sgrat); e ho avuto il piacere di reincontrare dopo un botto di mesi, l’amico VanBauman a Salerno, in una serata passata a mangiare cibo cinese (anche se ero tentato a provare quello giapponese, mai assaggiato).

Questo mercoledì cadeva l’anniversario della PAS* (l’anno scorso non festeggiammo per oblio generale) ma per maggiore comodità, abbiamo spostato la festa al sabato, sfruttando il Casale Balestrieri del mai così Fido Saratoga DJ Masso, già teatro a Pasquetta dell’omonima festa.
Una fantastica e divertente serata a base di pesce, di serpi poliziotte che sbarellano con la testa, sgommando in testa coda su viuzzole di campagna; minute fotografe che rigettano, ma che riescono a riprendersi magnificamente; prossimi giudici che sentenziano pene capitali (e mortali) per una caramella rubata al supermercato; chef rastamuniti che leccano limoni vaginoformi; deejay bistrattati lentamente e violentemente dai più; giullari del ‘700 magistralmente camuffati da interpreti teutonici; e bestemmiatori di serie A psicotropicamente alterati che si afflosciano su divani di pelle e chi più ne ha più ne metta.
Per chi non ha facebook, provvederò quanto prima a caricare altrove le foto che documentano la serata
perversa.

Due compleanni al prezzo di uno…

… tutto questo su PAS*!

A me le cose spesso fuggono dalla mente, per poi ritornarvi quatte quatte; e sono sempre dell’idea che "meglio tardi che mai!"
In questo caso mi riferisco al fatto che da ieri questo blog di fetenzie ammorba il Web da ormai 1462 giorni (giorno più giorno meno, compresi i bisestili).

In parole povere…

AUGURI PAS.SPLINDER.COM!
BUON COMPLEANNO!
(…E SONO 4!)


L’anno scorso, 24 settembre 2007, avevo le tedesche in casa, quindi mi dimenticai del tutto della ricorrenza.
Come in una sorta di amarcord, ecco gli scorsi 24 settembre:
2004: No comment (tutto iniziò con una fotografia del gruppo PAS*)
2005: PAS* FIRST YEAR; Grazie PAS* e HappyBirthday (by spaik17);
2006: Blog Compleanno (con alcune statistiche sui post)

tatinamari marisadonaIl titolo parla di due compleanni e chi ci conosce sa che oggi 25 settembre è il compleanno della TatinaMari, alias Mar(isa)dona!

TANTI AUGURI ANCHE A TE MARI!


P.S.: di una donna non dovrebbe mai essere rivelata l’età, ma sappiate che è dell’85!

La mia prima rimpatriata

Ieri mattina un’altra puntata in quel di Napoli, per porre finalmente fine alla “Missione iscrizione”. La giornata sembrava essersi messa bene: alla stazione Appia, porgendo al gestore del bar 5 euro per il biglietto di 4,20 per Napoli, mi sono visto recapitare come resto 1e60€ invece di 80 cent. LOL!
Poi nella fretta di salire e prendere posto, mi son dimenticato di obliterare il biglietto, fortuna ha voluto che nessun controllore salisse durante quella corsa infernale! (N.d.A.: provate a prendere la Valle Caudina la mattina prima delle 9, si rischia di rimanere in piedi).

Sceso a Napoli, arrivo senza problema alcuno alla mia prossima facoltà alla Unisob: nessun intoppo o ritardi per metro e funicolare.
Appena messo piede nell’atrio della facoltà, mi ritrovo un serpentone che si dipana per tutta l’area dell’ingresso, il cui capo inizia agli sportelli e la coda un paio di passi avanti a me.
Fortunatamente, a dispetto della fila, ci si muove abbastanza in fretta anche se 2 ore buone se ne passano comunque; nonostante ciò esco dall’università quasi trionfante con la ricevuta dell’avvenuta iscrizione con l’assegnazione della matricola, tra le mie mani!
Così come all’andata, riesco ad arrivare facilmente alla stazione centrale, dove però mi coglie una brutta notizia: un gruppo di manifestanti per non so cosa, hanno occupato i binari della stazione, nessun treno può partire e tutto viene sospeso.
Approfitto della inaspettata “sciagura” e vado al Mc per prendere un Cheeseburger da mangiare nell’attesa del pulmann Metrocampania Nordest.
Verso l’una e un quarto mi imbarco sul bus e arrivo a BN ben 2 ore dopo.

ciro petroneUn piccolo aneddoto: mentre stavo andando alla fermata della metro di Montesanto, chi mi si para davanti che parla con un altro tizio?
Uno dei due ragazzi che nel film Gomorra voleva imitare Scarface, più precisamente quello magrolino somigliante all’amico Rutio: Ciro Petrone.
Non avevo con me una macchina fotografica, e farmi fare solo l’autografo sarebbe stato riduttivo, quindi ho lasciato stare.

La sera, come preventivato un paio di giorni prima, c’è stata dopo ben 7 anni dall’esame di maturità, la rimpatriata con i compagni di classe delle superiori.
Non eravamo al completo, ma andava bene lo stesso: rimembrando i ricordi passati di 5 anni assieme, sì è iniziato a ridere sin da quando ci siamo visti verso le 21, fino a quando non ci siamo salutati verso l’1.
Luogo dell’avvenimento, il semi deserto Goodfellows (N.d.A.: da cui mancavo da più di un anno a momenti): stuzzicherie, pizze, patatine, panini e birra chiara e rossa a fiumi.

Un enorme augurio all’amicone Alessandro De Felice (primo a sx nella foto), compagno di tante scorribande ai tempi dei Capriccio Boys, che ci ha rivelato il suo convolamento a nozze con la ragazza. Sta ben!

La nostra notte bianca di ieri sera

In realtà ieri sera sarei voluto andare di più a Torrecuso per la manifestazione VinEstate, visto che ci mancavamo da un paio di anni, ma alla fine la ciurmaglia di cui facevo parte ieri sera ha optato per la suddetta Notte Bianca di Cerreto Sannita, e non posso dire di essere rimasto dispiaciuto della cosa.
Anche da Cerreto mancavamo da un paio di anni, e quella di ieri mi sa che è stata la mia seconda volta in questo paesello veramente caratteristico.
Due anni fa ci divertimmo molto ed anche quest’anno ci siamo ripetuti nella cosa.
Molti i fattori del nostro divertimento: compagnia, atmosfera, musica e "sollazzi vari"…


Personalmente ho trovato qualche leggera difficoltà di deambulazione, visto che nel pomeriggio, durante una partita a calcetto, ho preso una storta alla caviglia sinistra, e il corso principale di Cerreto è tutto in salita.
Ciononostante questo non ha inficiato sull’esito della mia notte bianca.
Mi dimenticavo di dire che abbiamo assistito anche alle esibizioni musicali degli Elio e le Storie Tese, a Jovine e la sua band, ed un altro paio di djset, arrivando a fare veramente le ore piccole, come non mi succedeva da un sacco di sabati a questa parte.

Se vi va di leggere un’altra considerazione in merito, vi invito a cliccare il link dello spaces della Marti che ha offerto un pregevole ricordo delle sensazioni che ci hanno avvolto ieri sera.

Il loro 4 notti e più

Per chi non è di Benevento, mi riferisco alla manifestazione annuale che si svolge ad inizio luglio: Quattro notti e più di luna piena.
Tramite l’amico Giovanni Di Dio "Estrho", i nostri Spaik, DJ Masso e Zio Silvio, hanno avuto il pass come fotografi ufficiali della manifestazione, che dà loro diritto di poter accedere a luoghi preclusi alla semplice utenza. Un plauso a tutti loro che ogni sera si stanno prodigando ad immortalare artisti ed opere di questa kermesse.

venditti antonello quattro notti


Qui di seguito ecco i link dove poter vedere i primi scatti:
Flickr SpaikSpaces MSN Spaik; Flickr DJ Masso; Flickr Zio Silvio; Estrho Badoo.

EDIT del 11-07-2008: Cancellati dai commenti, commenti anonimi ed offensivi per gli amici citati nel post.