POST METAFORICO


In ogni cosa, in ogni essere vivente convivono il bene e il male, la luce e l’ombra. In alcuni prevale il bene, ed in altri il male. La perfezione non esiste è solo un’utopia, il massimo ragiungibile è la “quasi perfezione”. Da quando sono nato, fino ad un certo punto della mia vita, l’immagine di me che davo al resto del mondo era quella del bene. Durante l’adolescenza questa mia immagine è stata “sporcata” per affrontare meglio le difficoltà della vita, e in seguito a ciò diventai un Kane bastardo! Il fatto è che ero arrivato ad un punto tale che mi compiacevo dell’essere bastardo. Ma come tutto ha un inizio ed una fine, anche questa fase è andata scemando. Il “bene” ha bussato di nuovo alla porta della mia anima ed ha trovato aperto: il “male” si era preso un periodo di pausa. Sono tornato a provare sentimenti che nel periodo dell’ombra erano rimasti offuscati; il Kane bastardo ha sentito di nuovo cosa si provava ad essere di nuovo “Kagnolino”. Tutto ciò è dovuto in gran parte al Quinto Elemento (come l’omonimo film di Luc Besson); quello che l’umanità ha definito AMORE. Solo che ora Kame il Kane ha paura di tornare nell’ombra; alla luce del Quinto Elemento si trova troppo bene, solo che le pile si stanno scaricando, e se non le si fanno ricaricare egli resterà di nuovo al buio. Purtroppo ciò dipende solo in parte dalla mia persona, perchè se fosse per me dimenticherei tutto per portarlo nell’oblio della mia esistenza, come nell’ultimo film di Jim Carrey “Se mi lasci ti cancello”. Ma non si può; dimenticare avendo di fronte ogni settimana la fonte del mio amore, mi è impossibile. Mi è rimasta solo una cosa: continuare a camminare dritto per il sentiero che ho imbioccato, quello che mesi fa mi ha portato a dirle due parole, a volte pesanti come macigni, a volte leggere come piume: TI AMO!


Una risposta a “”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *